NEWS

IL COUNSELING SESSUOLOGICO

Il counseling sessuologico è un intervento di sostegno e orientamento per il singolo individuo o per la coppia, riguardo problematiche nella sfera sessuale. Questo tipo di intervento è rivolto alla comprensione delle problematiche presentate. L’intento è quello di agevolare una soluzione, attraverso il riconoscimento e l’attivazione delle risorse presenti nell’individuo o nella coppia.
La sessualità umana è multiforme e complessa di conseguenza lo sono anche le sue problematiche che possono riguardare ogni fase della sessualità (desiderio, eccitazione e orgasmo) a volte possono insorgere più problematiche nello stesso momento perché interconnesse tra loro. Spesso queste portano con sé il benessere globale della persona e possono presentarsi come causa o come risultato di alcune difficoltà inerenti ad altri campi. A causa di questa sua complessità è indispensabile identificare il problema e cercare la soluzione migliore per affrontarlo.

EROS E PSICHE (2° parte) I QUATTRO COMPITI IMPOSSIBILI CHE AFRODITE INFLIGGE A PSICHE: Secondo compito: prendere un fiocco di lana del vello d’Oro

EROS E PSICHE (seconda parte)

I QUATTRO COMPITI IMPOSSIBILI CHE AFRODITE INFLIGGE A PSICHE:
… Nella scorsa puntata abbiamo visto il primo compito che Afrodite dà a Psiche, di dividere un mucchio di semi mischiati, in mucchietti distinti per ogni tipo di seme. Fortunatamente viene aiutata da un esercito di formiche che portano a compimento la prova. Nel secondo compito Afrodite chiede alla ragazza di prendere un fiocco di lana del vello d’oro dei feroci Arieti del Sole…

Secondo compito: prendere un fiocco di lana del vello d’Oro

Psiche, appreso il secondo compito, s’incammina nel bosco piena di pensieri contrastanti, come poteva strappare i peli di lana a quelle bestie feroci, che sicuramente l’avrebbero travolta? …

IL MONDO DEI COLORI Un viaggio tra il Visibile e l’Invisibile – cap.11 – I colori acromatici: il GRIGIO – di Daniela Deneb Felici

Il colore Grigio è ottenuto dall’unione del bianco e del nero. A seconda delle diverse concentrazioni dei due colori si ottengono diverse gradazioni di grigio.
E’ comunque un colore neutro. E’ il colore delle pietre, della nebbia, della cenere, dei capelli delle persone di una certa età. E’ il colore della monotonia e della tristezza. E’ anche il colore della Quaresima nel cristianesimo, rappresentativo del lutto e della penitenza, come nell’uso biblico di vestirsi di sacco e cospargersi il capo di cenere per espiare un peccato. Ma, in quanto mescolanza di nero e bianco, il grigio suggerisce l’equilibrio degli opposti.
Mentre i colori sono associati alle emozioni, il grigio che è un non-colore, non appartenendo a quelli dello spettro, suggerisce l’assenza di emozione che per la psicologia è un sintomo di depressione. Nello stesso tempo è anche una protezione, un modo per non esporre o non far trapelare le proprie emozioni in momenti di particolare fragilità, in cui la priorità è non sconvolgere gli equilibri. (…)

Bamboo massage

Sviluppatosi nelle zone tropicali dell’Oriente il bamboo è una pianta sempreverde della famiglia delle poaceae, famosa per essere il cibo preferito dei panda, è considerata simbolo di perseveranza nella cultura giapponese. Alla pianta di bamboo infatti sono dedicate molte favole per insegnare ai bambini ad avere fiducia nelle proprie forze e a non rinunciare mai ai propri sogni, ma resistere e lavorare duramente per realizzarli.

IL MONDO DEI COLORI Un viaggio tra il Visibile e l’Invisibile – cap.10 – I colori acromatici: il Nero

Nero deriva dal latino nigrum, che significava “nero”, “scuro”, “cupo”, e in senso figurato voleva anche dire “tetro” ma in alcune accezioni anche “sfortunato” o “cattivo”.
Il nero è il colore opposto al bianco anche a livello simbolico, esso rappresenta infatti il vuoto, ma anche il male contrapposto al bene. Associato al primo stadio alchemico della trasmutazione della materia viene definito “nigredo”, alludendo non solo al colore nero della materia, ma anche al “tenebroso”. Il colore Nero è la negazione del colore per antonomasia e rappresenta il confine che segna la conclusione della fase vitale; è anche il simbolo di ciò che non si può conoscere, di ciò che è segreto, misterioso, ignoto e conferisce a chi lo preferisce un forte senso del sacrificio e tenacia.
Il Nero, così come il Bianco, è considerato un non-colore o un colore neutrale, ma al suo interno racchiude innumerevoli significati. Si ottiene assorbendo tutti i colori dello spettro, per cui le possibilità sono infinite. E’ il colore più scuro e profondo di tutta la scala cromatica. Può essere considerato come la totale assenza di colore oppure l’insieme stesso di tutti i colori.
E’ simbolo di negazione, opposizione, desiderio di potere, ma anche di tutto ciò che rimane nascosto e trama nell’ombra. È associato all’eleganza, al potere, alla magia e alla notte. A causa della sua capacità di assorbire lo spettro, il nero è stato a lungo associato a qualcosa di misterioso, in varie culture personifica la morte, la depressione, la paura, al contrario del bianco che è invece un simbolo di chiarezza, purezza, gioia, motivazione ad agire. (…)

EROS E PSICHE (prima parte) I QUATTRO COMPITI IMPOSSIBILI CHE AFRODITE INFLIGGE A PSICHE

EROS E PSICHE (prima parte)

I QUATTRO COMPITI IMPOSSIBILI CHE AFRODITE INFLIGGE A PSICHE:

… Nella scorsa puntata abbiamo trattato il Mito di Afrodite, la Dea alchemica, dell’amore e delle arti e del potere trasformativo che le relazioni mettono in atto. Abbiamo visto che secondo alcuni racconti, Eros, anche lui Dio dell’amore, era un figlio di Afrodite, senza padre, se pure lo vediamo comparire già quando lei emerge dal mare…

IL MITO:

Nel Mito di Eros e Psiche, vediamo che la bellissima ragazza, per sfuggire ad un incantesimo crudele lanciato dalla gelosia di Afrodite (per via della sua bellezza), viene protetta da lui, che essendosene innamorato, la condurrà nel suo palazzo, ma a patto di incontrarlo solo di notte al buio, e con il divieto di guardarlo in volto. Non voleva correre il rischio di essere scoperto dalla madre. Lei si attiene passivamente alle indicazioni, ma si sente sola e sperduta, in quel palazzo, in cui l’unico nutrimento le viene dalle notti passate con il suo amato. Quando le sorelle della fanciulla, la incitano a svelare le sue sembianze (per timore che fosse un mostro), lei incuriosita, dopo una notte d’amore, accende una lampada e lo guarda mentre dorme, e vede che lui non era un mostro, ma un essere di una bellezza inaudita…

IL MONDO DEI COLORI Un viaggio tra il Visibile e l’Invisibile – cap.9 – I colori acromatici: il Bianco

La parola “acromatico” in greco significa “incolore”. Definire un colore acromatico è una contraddizione in termini in quanto definisce un “colore che non ha colore”. In realtà indica quei colori che non sono formati da alcuna combinazione primaria o secondaria. I colori acromatici che esistono in natura sono il bianco, il nero e tutte le possibili sfumature di grigio, anche se l’incolore, fra loro è solo il bianco.
Sebbene sia difficile ottenere il bianco dallo spettro cromatico, è possibile eseguire l’esperienza inversa. Se in un prisma si invia un raggio di luce bianca, a causa della rifrazione non uniforme dei raggi all’interno del prisma, si forma lo spettro cromatico. Questa è una ben nota esperienza ottica prodotta da Isaac Newton nel diciassettesimo secolo.
BIANCO
Nello spettro luminoso, il colore bianco comprende tutti gli altri. Si trova all’esatto opposto del colore nero per quanto riguarda il significato. Il bianco è il colore della luce, della creazione. Rappresenta la purezza e il giorno. E’ il principio stesso della vita. Tra tutti i colori, il bianco rappresenta l’elemento primordiale, il primo della gamma. È un colore che non ha tempo, perché viene utilizzato d’estate per la freschezza che rappresenta ma anche in inverno per la sua rigidità e fermezza. E’ portatore di luce, di apertura, di pace e di nuovi inizi.

Impariamo a coccolarci

Prendersi cura del proprio benessere in casa e creare il proprio angolo di relax oggi è possibile seguendo semplici e salutari consigli. Infatti, vivendo in un tempo caratterizzato da stress e frenesia, è molto importante rigenerare anima e corpo durante il tempo libero in casa; l’equilibrio degli spazi
vuoti e pieni è il primo aspetto da considerare per stare bene in casa. I profumi possono fare la differenza, infatti scegliere delle profumazioni alla lavanda aiuta ad allontanare ansie e stress calmando e trasmettendo un forte senso di tranquillità. Possiamo, quindi, dire che le coccole sono multisensoriali, sono: visive, odorose, uditive,  gustative.

IL MONDO DEI COLORI Un viaggio tra il Visibile e l’Invisibile – cap.8 il BLU – – di Daniela Deneb Felici

Dei tre colori primari, dopo il Rosso e il Giallo di cui abbiamo parlato in precedenza, non ci resta che affrontare il colore Blu. Il Blu è il colore “freddo” per eccellenza. Nel corso della storia è stato associato a vari significati e simbologie che, col passare del tempo, hanno trovato espressione nell’Arte, nel costume e nella cura e benessere del corpo e della mente.
Il Blu è’ universalmente associato al cielo, alla notte, all’infinito, ma anche all’acqua, al mare, all’oceano che ne catturano il riflesso nelle acque di fiumi, laghi e mari. Ciò va a confermare il suo principale significato di infinito, oltre ad aggiungere quel senso di accoglienza e di protezione che è in grado di dare l’acqua, rispetto alla quale assume anche il significato di pulizia e di purificazione.
Associato all’esperienza derivante dalla contemplazione delle vastità dei cieli e dei mari, il blu è il colore del silenzio, della calma, della tranquillità e del freddo.
Il nome odierno deriva dal francese “blue”.

Apprezzato e utilizzato di frequente in alcune culture pre-cristiane, come dagli Egizi e dai Sumeri, perché collegato sempre al mondo delle divinità, alla figura femminile e all’acqua.

IL MONDO DEI COLORI Un viaggio tra il Visibile e l’Invisibile – cap.7 il GIALLO – di Daniela Deneb Felici

Sia nell’arte che nella vita di tutti i giorni, intorno al giallo si è venuta a creare una ricca simbologia che ha fatto sì che questo colore venga associato a più di un significato. Esso rappresenta sia alcuni elementi naturali, sia determinate sensazioni, sia diversi concetti astratti.
In natura è il colore del SOLE, del GRANO. Si manifesta soprattutto in Estate, quando la natura porta a compimento il suo ciclo portando a maturazione i suoi frutti. Nella scala vibrazionale è il colore che ‘irradia’ più di ogni altro emanando le vibrazioni più alte e per questo è associato al Sole ed è anche il simbolo della Perfezione Spirituale.
Il Giallo è associato all’elemento Aria e alla Luce del giorno: richiama la visione chiara e quindi l’intelligenza, sia razionale che intuitiva.
Nelle culture orientali, in particolar modo nel Buddhismo, il Giallo è il colore della Saggezza come coronamento di tutte tutte le qualità positive dell’esistenza umana, intese sia come eventi, per esempio la nascita, che come attitudini, come ad esempio la socievolezza.
In Cina, il giallo è colore dell’imperatore, della salute, degli onori e della spiritualità. Il Giappone ricalca in parte questo significato e vede il giallo come il colore della nobiltà e della grazia.

ARTICOLI RECENTI

IL COUNSELING SESSUOLOGICO

Il counseling sessuologico è un intervento di sostegno e orientamento per il singolo individuo o per la coppia, riguardo problematiche nella sfera sessuale. Questo tipo di intervento è rivolto alla comprensione delle problematiche presentate. L’intento è quello di agevolare una soluzione, attraverso il riconoscimento e l’attivazione delle risorse presenti nell’individuo o nella coppia.
La sessualità umana è multiforme e complessa di conseguenza lo sono anche le sue problematiche che possono riguardare ogni fase della sessualità (desiderio, eccitazione e orgasmo) a volte possono insorgere più problematiche nello stesso momento perché interconnesse tra loro. Spesso queste portano con sé il benessere globale della persona e possono presentarsi come causa o come risultato di alcune difficoltà inerenti ad altri campi. A causa di questa sua complessità è indispensabile identificare il problema e cercare la soluzione migliore per affrontarlo.

EROS E PSICHE (2° parte) I QUATTRO COMPITI IMPOSSIBILI CHE AFRODITE INFLIGGE A PSICHE: Secondo compito: prendere un fiocco di lana del vello d’Oro

EROS E PSICHE (seconda parte)

I QUATTRO COMPITI IMPOSSIBILI CHE AFRODITE INFLIGGE A PSICHE:
… Nella scorsa puntata abbiamo visto il primo compito che Afrodite dà a Psiche, di dividere un mucchio di semi mischiati, in mucchietti distinti per ogni tipo di seme. Fortunatamente viene aiutata da un esercito di formiche che portano a compimento la prova. Nel secondo compito Afrodite chiede alla ragazza di prendere un fiocco di lana del vello d’oro dei feroci Arieti del Sole…

Secondo compito: prendere un fiocco di lana del vello d’Oro

Psiche, appreso il secondo compito, s’incammina nel bosco piena di pensieri contrastanti, come poteva strappare i peli di lana a quelle bestie feroci, che sicuramente l’avrebbero travolta? …

IL MONDO DEI COLORI Un viaggio tra il Visibile e l’Invisibile – cap.11 – I colori acromatici: il GRIGIO – di Daniela Deneb Felici

Il colore Grigio è ottenuto dall’unione del bianco e del nero. A seconda delle diverse concentrazioni dei due colori si ottengono diverse gradazioni di grigio.
E’ comunque un colore neutro. E’ il colore delle pietre, della nebbia, della cenere, dei capelli delle persone di una certa età. E’ il colore della monotonia e della tristezza. E’ anche il colore della Quaresima nel cristianesimo, rappresentativo del lutto e della penitenza, come nell’uso biblico di vestirsi di sacco e cospargersi il capo di cenere per espiare un peccato. Ma, in quanto mescolanza di nero e bianco, il grigio suggerisce l’equilibrio degli opposti.
Mentre i colori sono associati alle emozioni, il grigio che è un non-colore, non appartenendo a quelli dello spettro, suggerisce l’assenza di emozione che per la psicologia è un sintomo di depressione. Nello stesso tempo è anche una protezione, un modo per non esporre o non far trapelare le proprie emozioni in momenti di particolare fragilità, in cui la priorità è non sconvolgere gli equilibri. (…)

Bamboo massage

Sviluppatosi nelle zone tropicali dell’Oriente il bamboo è una pianta sempreverde della famiglia delle poaceae, famosa per essere il cibo preferito dei panda, è considerata simbolo di perseveranza nella cultura giapponese. Alla pianta di bamboo infatti sono dedicate molte favole per insegnare ai bambini ad avere fiducia nelle proprie forze e a non rinunciare mai ai propri sogni, ma resistere e lavorare duramente per realizzarli.

IL MONDO DEI COLORI Un viaggio tra il Visibile e l’Invisibile – cap.10 – I colori acromatici: il Nero

Nero deriva dal latino nigrum, che significava “nero”, “scuro”, “cupo”, e in senso figurato voleva anche dire “tetro” ma in alcune accezioni anche “sfortunato” o “cattivo”.
Il nero è il colore opposto al bianco anche a livello simbolico, esso rappresenta infatti il vuoto, ma anche il male contrapposto al bene. Associato al primo stadio alchemico della trasmutazione della materia viene definito “nigredo”, alludendo non solo al colore nero della materia, ma anche al “tenebroso”. Il colore Nero è la negazione del colore per antonomasia e rappresenta il confine che segna la conclusione della fase vitale; è anche il simbolo di ciò che non si può conoscere, di ciò che è segreto, misterioso, ignoto e conferisce a chi lo preferisce un forte senso del sacrificio e tenacia.
Il Nero, così come il Bianco, è considerato un non-colore o un colore neutrale, ma al suo interno racchiude innumerevoli significati. Si ottiene assorbendo tutti i colori dello spettro, per cui le possibilità sono infinite. E’ il colore più scuro e profondo di tutta la scala cromatica. Può essere considerato come la totale assenza di colore oppure l’insieme stesso di tutti i colori.
E’ simbolo di negazione, opposizione, desiderio di potere, ma anche di tutto ciò che rimane nascosto e trama nell’ombra. È associato all’eleganza, al potere, alla magia e alla notte. A causa della sua capacità di assorbire lo spettro, il nero è stato a lungo associato a qualcosa di misterioso, in varie culture personifica la morte, la depressione, la paura, al contrario del bianco che è invece un simbolo di chiarezza, purezza, gioia, motivazione ad agire. (…)

CATEGORIE