ambientiAMOci! Se vogliamo vivere e dare un senso a ciò che sta accadendo dobbiamo cambiare rotta e farlo tutti insieme, da subito e a partire dalle piccole azioni quotidiane.

Potremmo scoprire che ci conviene anche economicamente . . .

EthiCare mette a disposizione questa area dedicata per condividere consigli di vita quotidiana rispettosi dell’ambiente e del prossimo umano e non.

Chiunque voglia contribuire con idee proprie e/o spunti tratti da altre fonti potrà inviare il proprio suggerimento compilando il form che segue.

Ne terremo sicuramente conto e, una volta appurata la validità della proposta, provvederemo a pubblicarla.

  • CONSIGLI PER LA CASA
  • IGIENE PERSONALE
  • SOSTENIBILITà
  • RICICLO ED ECONOMIA CIRCOLARE

BUCATO A MANO E LAVATRICE:

300 gr.​ di SAPONE DI MARSIGIA, 150 gr. di BICARBONATO DI SODIO, 150, gr di SODA, 25 GOCCE OLII ESSENZIALI (profumazione a piacere)

AMMORBIDENTE:

Versare nell’apposita vaschetta della lavatrice un composto di

ACIDO CITRICO E ACQUA: 150 grammi di acido citrico diluito in un litro di acqua distillata. Agitare bene prima dell'uso.


PIATTI​ (a mano e in lavastoviglie):

3 LIMONI BIO

200 gr di SALE FINO

400 ml ACQUA

100 gr ACIDO CITRICO

Tagliare a pezzetti i limoni, togliere i semi, metterli insieme agli altri ingredienti in una pentola, frullare con un frullatore ad immersione. Successivamente portare ad ebollizione per 10/15 minuti mescolando. Una volta che il preparato si è freddato, prendere un colino e passare il composto direttamente dentro un contenitore. Per 1 lavaggio sono sufficienti 2 cucchiai nello scomparto del detersivo della lavastoviglie. Il preparato va conservato in frigorifero. Lavare i piatti con​ ACQUA DI COTTURA DELLA PASTA, poichè l’amido che contiene la pasta è un ottimo sgrassatore.


VETRI​ ​

200 ml ACQUA

200 ml ACIDO CITRICO


MOBILI

125 ml ACQUA

125 ml ACIDO CITRICO

3 gocce di OLIO ESSENZIALI di LIMONE


L’acido citrico non deve essere utilizzato su alcune superfici quali marmo, pietra naturale, pavimenti in cotto e su tutte quelle superfici per le quali è sconsigliato l’impiego di sostanze acide, come le superfici di legno.


SANITARI

300 ml ACQUA

150 ml​ ACIDO CITRICO

5 gocce di OLIO ESSENZIALE di TEA TREE

3 gocce di OLIO ESSENZIALE di LIMONE

L’acido citrico non deve essere utilizzato su alcune superfici quali marmo, pietra naturale, pavimenti in cotto e su tutte quelle superfici per le quali è sconsigliato l’impiego di sostanze acide, come le superfici di legno.


ANTICALCARE

1 lt di ACQUA TIEPIDA

150 gr di ACIDO CITRICO

(in caso di calcare l’acido citrico è 5 volte più potente dell’aceto, il quale con il tempo danneggia le cromature in acciaio e inquina le acque).

Per prevenire la formazione del calcare dalla lavatrice e della lavastoviglie utilizzare 200 grammi di acido citrico in 1 litro di acqua e versare direttamente nel cestello per un​ lavaggio a vuoto con programma ad alta temperatura. Ripetendo una volta al mese l'operazione.

PAVIMENTIe PIANO CUCINA (TUTTI I TIPI DI SUPERFICIE, compreso MARMO e PARQUET)

1lt di ACQUA TIEPIDA

50 gr di SAPONE DI MARSIGLIA (equivale a 1/2 saponetta)

50 gr di BICARBONATO DI SODIO

10 gocce di OLIO ESSENZIALE di EUCALIPTO


SPORCO OSTINATO (tipo FORNO o STOVIGLIE)

In una ciotola versare

1 cucchiaio di SODA SOLVAY

1 cucchiaio di BICARBONATO DI SODIO

2 cucchiai di ACQUA

mescolare fino a creare una crema e trattare la parte interessata con una spugnetta.


GUIDA MICROPLASTICHE NEI DETERSIVI
(fonte Greenpeace)


La plastica, onnipresente nella nostra vita, nonostante sia altamente inquinante è contenuta anche in molti dei prodotti che usiamo per la nostra igiene domestica.


Microplastiche e altre materie plastiche (liquide, semisolide, solide e/o solubili) in detersivi e saponi possono dare al prodotto un potere abrasivo, un effetto antischiuma o opacizzante, il giusto grado di viscosità o rilasciare gradualmente il profumo. Ma le alternative esistono e già​ oggi​ possiamo scegliere di acquistare i detergenti giusti.


Riportiamo l’elenco degli ingredienti in plastica più comuni che puoi trovare in numerosi prodotti per l’igiene domestica.

GIENE QUOTIDIANA


Acrylamide/Sodium Acrylate Copolymer • Acrylates Copolymer • Acrylates/dimethicone copolymer • Butylene/ethylene/styrene copolymer • Carbomer • Ethylene/Va Copolymer • Ethylenediamine/ Stearyl Dimer Dilinoleate Copolymer • Nylon-6 • Nylon-12 • Polyacrylamide • Polyethylene • Polyethylene Terephtalate • Polymethylsilsesquioxane • Polypropylene Terephtalate • Polyquaternium-7 • Polystyrene • Polyurethane-35 • Polyvinyl Acetate • Polyvinyl Alcohol • PVP (Polyvinylpyrrolidone) • Sodium Acrylates Copolymer • Sodium Polyacrylate • Sodium Styrene/Acrylates Copolymer • Starch/Acrylates/Acrylamide Copolymer • Styrene/Acrylates Copolymer • Styrene/MA Copolymer • Trimethylsiloxysilicate • Trimethilsiloxysilicate/ Dimethicone Crosspolymer


BUCATO


•​ Styrene/Acrylates Copolymer • Trimethylsiloxysilicate • Polyquaternium-7 • Sodium Polyacrylate • PVP •


STOVIGLIE


Polyvinyl Alcohol • Sodium Polyacrylate • Styrene/Acrylates Copolymer • Acrylates Copolymer • Polyvinyl Acetate


SUPERFICI


•​ Styrene/Acrylates Copolymer • PVP • Acrylates Copolymer • Polystyrene • Sodium Polyacrylate


Consultando le pagine ufficiali delle aziende e confrontando le liste degli ingredienti dei vari prodotti puoi scoprire se la plastica è presente o meno


•​ Biochimica (Soft) • Bolton (Omino bianco, Smac, Deox) • Colgate-Palmolive (Fabuloso, Ajax) • Coop (superfici – bucato – stoviglie) • Esselunga • Fater (Ace) • Henkel (Dixan, Vernel, Perlana, Nelsen) * • Italsilva (Spuma di sciampagna) • Procter&Gamble (Dash, Fairy, Viakal) • Realchimica (Chanteclair, Vert, Quasar) • RB- Reckitt Benckiser (Ava, Lip, Sole, Finish, Napisan, Vanish) • Unilever (Coccolino, Cif, Svelto) *Cliccando sulla sezione “Ingredients Report” e poi digitando il nome del prodotto (ad esempio Dixan)


Sul sito di Greenpeace è possibile firmare la petizione per fermare lo sversamento di microplastiche nel mare

SCRUB VISO (tutti i tipi di pelle anche quelle sensibili)

4 cucchiai MIELE DI ACACIA o MILLEFIORI

2 cucchiai SEMOLINO

SCRUB CORPO (energizzante – attiva circolazione)

RESIDUO CAFFE’ (moka da 6 tazzine)

2 cucchiai MARMELLATA FRAGOLE

2 cucchiai MIELE ACACIA o MILLEFIORI

MACCHIE SCURE SUL VISO

1 bicchiere ACQUA DISTILLATA

1/2 LIMONE biologico

(tamponare il preparato con un batuffolo di cotone)

UNGHIE PIU’ FORTI

strofinare il LIMONE sulle unghie

IDRATANTE E DETERGENTE

3 cucchiai FARINA D’AVENA

qualche CHIODO DI GAROFANO

1 cucchiaio di OLIO DI MANDORLA

(mescolare il preparato e usare sotto la doccia)

CAPELLI PIU’ LUMINOSI

1 UOVO

3 cucchiai di OLIO DI OLIVA

(lasciare in posa 20 min e poi lavare i capelli)

MASCHERA VISO ANTIOSSIDANTE E ANTIAGE

1 KIWI maturo

(spalmare sul viso e lasciare in posa 15 min)

LATTE DETERGENTE VISO

YOGURT NATURALE

(passare con un batuffolo di cotone)

TONICO

LIMONE

(passare con un batuffolo di cotone)

BRUFOLI E IMPURITA’ DELLA PELLE

1 cucchiaio di CURCUMA

1 cucchiaio di ACQUA

(formare una crema e passarla sulla parte interessata, lasciarla in posa 20 min e poi risciacquare)

OCCHIAIE

1 FRAGOLA

(spalmare la polpa della fragola sulla zona interessata, lasciare in posa 15 minuti e risciacquare)

BALSAMO O MASCHERA PER CAPELLI (anallergico e adatto anche per bambini)

80 gr di SEMI DI LINO

500 ml di ACQUA

lasciare bollire per 10 min gli ingredienti, successivamente filtrare il preparato  ed inserirlo in un contenitore. Per conservare il preparato in monodosi pronte all’uso, una volta freddato inserirlo negli stampini del ghiaccio e congelare.

SHAMPOO

1. PRIMA POSSIBILITA’

1 cucchiaio di BICARBONATO DI SODIO

500ml di ACQUA

2. SECONDA POSSIBILITA’

2 cucchiai FARINA DI CECI

2 cucchiai ACETO

2 cucchiai MIELE DI ACACIA o DI CASTAGNO

3 gocce OLII ESSENZIALI DI LAVANDA

200 ml di ACQUA

mescolare il preparato ed inserirlo nel contenitore

BAGNO SCHIUMA 

10 gr di SAPONE DI MARSIGLIA IN SCAGLIE

200ml di ACQUA bollente

far sciogliere le scaglie nell’acqua ed inserirle nel contenitore

TINTA PER RIDURRE I CAPELLI BIANCHI

Lavare i capelli con lo shampoo naturale e successivamente applicare il preparato indicato senza risciacquare

Far bollire per 10 min

5 bucce di PATATA

1/2 lt di ACQUA

3 gocce di OLII ESSENZIALI di ROSMARINO

lasciare raffreddare, filtrare ed inserire dentro un contenitore

ACQUA DI SCARICO DEL WC

1. PRIMA POSSIBILITA'

Oltre a prediligere uno scarico del WC a doppio pulsante da 3 e 6 litri, lavarsi le mani in una bacinella ed usarla per scaricare il WC.


2.​ SECONDA POSSIBILITA' (per chi ha la cassetta dello scarico esterna e non incassata nel muro)

Oltre a prediligere uno scarico del WC a doppio pulsante da 3 e 6 litri, togliere l'etichetta a 3 o 4 bottigliette di plastica da 0.5 lt., riempirle di acqua, tapparle ed immergerle nella cassetta. Per non utilizzare le bottiglie di plastica si può far ricorso ad un mattone.

Lavarsi comunque le mai in una bacinella e usarla per scaricare il WC.

RISPARMIO ACQUA (denti e doccia)

Chiudere il rubinetto mentre ci si lava i DENTI o ci si insapona sotto la DOCCIA


ACQUA POTABILE

1. PRIMA POSSIBILITA'

Usare quella del rubinetto. E' possibile installare un filtro per acqua domestica.

2.​ SECONDA POSSIBILITA'

Qualora non fosse possibile usare l'acqua del rubinetto, contattare un fornitore di acqua in bottiglie di vetro.


ACQUA PER INNAFFIARE


Annaffiare le piante utilizzando l'ACQUA con la quale si è lessato le VERDURE


LAMPADINE​

Sostituire le vecchie a incandescenza con quelle a LED (consumano l'80% in meno e durano 25 volte di più)



ELETTRODOMESTICI

Acquistare quelli ad ALTA RESA ENERGETICA (classe A++)



STACCARE LA SPINA

quando non si usa la TV o qualsiasi altro apparecchio che rimanga in stand by (quando la luce rossa resta accesa il consumo di corrente, anche se ridotto, permane)


INSTALLARE (qualora possibile)

IMPIANTO SOLARE TERMICO (per l'acqua calda) e

PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI (per l'energia elettrica) con sistema di ACCUMULO per funzionare continuativamente, anche nei momenti di assenza di luce solare.


UTILIZZO ELETTRODOMESTICI

Nelle FASCE ORARIE MENO COSTOSE (dalle 19 fino alle 8 del mattino)

ATLANTE ITALIANO DELL'ECONOMIA CIRCOLARE

Il primo atlante che raccoglie le migliori esperienze di Economia Circolare in Italia.

E' una piattaforma web interattiva che censisce e racconta le esperienze delle realtà economiche e associative impegnate ad applicare, in Italia, i principi dell’economia circolare. È uno strumento di sensibilizzazione, informazione e documentazione rivolto a tutti coloro che hanno a cuore l’equilibrio tra economia ed ecologia e che desiderano orientare i propri consumi in modo responsabile.

https://www.economiacircolare.com/latlante/

APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

Il consorzio senza scopo di lucro ECOLAMP gestisce il corretto trattamento e riuso degli scarti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) su tutto il territorio nazionale.

Nelle isole ecologiche comunali sono presenti contenitori dedicati a ciascun tipo di materiale. Una volta trasferite presso gli impianti, queste apparecchiature subiscono specifici trattamenti che permettono il recupero e il riuso del 95% delle componenti.

L'eliminazione e la messa in sicurezza delle eventuali sostanze pericolose contenute nei diversi apparecchi, la loro trasformazione e il loro riutilizzo garantiscono vantaggi ambientali, sanitari ed economici notevoli.

TAPPI DI SUGHERO

Da utilizzare come fertilizzante naturale per concimare senza utilizzare prodotti chimici inquinanti e per proteggere le piante dalle muffe.

Oltre ad essere conferiti nel compost i tappi, tagliati in piccole parti, possono essere distribuiti in modo omogeneo all'interno dei vasi oppure intorno alle piante.

VETRO

E' un materiale al 100% riciclabile.

Il consorzio che si occupa del riciclo del vetro si chiama CoReVe ed opera all'interno del sistema CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi), non ha fini di lucro ed è stato istituito dai principali gruppi vetrari italiani il 23 ottobre 1997.

La maggior parte delle bottiglie di vetro e dei contenitori di cui ognuno di noi si serve proviene da vetro riciclato.

Ogni abitante consuma in media all'anno 30 Kg di vetro e riciclarlo è molto importante, considerato anche che CoReVe versa ai comuni molti milioni per la sua raccolta.​

PLASTICA

1. CoRePla​ è il consorzio senza scopo di lucro che si occupa della corretta gestione degli imballaggi in plastica e della massimizzazione del loro recupero e riciclo.

Gli impianti trasformano la plastica in:

Tessuti in pile

Vaschette per cibo

Flaconi

Auricolari

Componenti di arredamento

e molto altro...

Ogni abitante consuma in media all'anno 20,5 Kg di plastica e riciclarla è molto importante, considerato anche che CoRePla versa ai comuni molti milioni per la sua raccolta.​